Documento senza titolo

  • Chirico Caffè

    Quando i commercianti di caffè di tutto il mondo si prendono una pausa, bevono spesso una bevanda fatta con chicchi di Arabica del Kenya. I caffè kenioti riuniscono i sapori caratteristici di altre varietà (Etiopia, Yemen e Colombia): sono molto corposi, leggermente acidi, un po' vinosi e molto omogenei.

    Situate su terrazze che disegnano i pendii delle montagne, ombreggiate da alberi di banane, le piantagioni di caffè in Kenya sono una caratteristica spettacolare del paesaggio.La qualità e l'assoluta autenticità di provenienza, sono garantite da Compagnia dell'Arabica, che seleziona per la sua linea i migliori caffè arabica da tutto il mondo.Questa particolare qualità di Arabica cresce a circa 2000 metri di altitudine. La doppia "A" della denominazione indica la dimensione dei chicchi, superiori alla media.

    Il caffè Etiope giunse in Kenya nel secolo XIX, ma fu soltanto nel secolo successivo che si iniziò la commercializzazione. Dopo l'indipendenza del Paese numerose piantagioni gestite da europei furono suddivise e ridistribuite ai contadini senza terre che, nel corso della storia, sono diventati esperti coltivatori di caffè.

Documento senza titolo